“In me ci son sempre stati due pagliacci, oltre agli altri,
quello che chiede soltanto di starsene dov’è
e quello che s’immagina che più lontano
si stia un po’ meno peggio”
(S. Beckett)

Una si chiama Rosita, ha un viso meraviglioso, ha studiato lingue all’Università e viene dalla provincia di Mantova.
L’altra si chiama Alessandra (Ale, per noi), un sorriso disarmante, una vita che sembra sempre in movimento, e Torino a farle “da casa”. (altro…)