Alla scoperta di Kuser Farm Mansion tra meraviglia e luci di Natale/Discovering KUSER FARM MANSION in a world of wonder and Christmas lights

” Lo stupore! Vi raccomando, lo stupore: la meraviglia, come se scoprissimo in ogni cosa qualcosa di nuovo…
Scoprite e lasciate che lo spirito esulti di stupore.”
(Papa Paolo VI )

“The wonder! I recommend you to keep wondering:
wonder makes it so that we find every day something new…
Discover new things and may the spirit rejoice in wonder.”
(Pope Paul VI)

Saranno almeno tre anni che desidero andare a vedere la residenza estiva dei Kuser in Hamilton New Jersey. Su per giù da quando ne sono venuta a conoscenza. Non c’è tuttavia momento migliore per visitarla dei weekend che precedono il Natale, quando l’atmosfera si fa davvero fiabesca che ne vale proprio la pena patire un po’ il freddo anche per ammirare l’accensione dell’albero.

Poi gli alberi di Hamilton sono di un certo livello se si pensa che qualche anno fa, proprio in questa località è stato scelto il proverbiale albero che tutto il mondo va a vedere a New York City durante le vacanze di Natale.
It was something like three years that I was longing to visit the Kuser summer mansion in Hamilton New Jersey. Actually since I came to know about its existence. There is no better time of the year than Christmas time to visit it. There is that fairytale atmosphere and even if it’s cold, it is worth it to see the Christmas tree lighting for the first time. Hamilton’s Christmas trees are something one-of-a-kind, just imagine few years ago the tree for New York City, admired from all over the world, comes from here.

IMG_4769 (1)

L’accensione dell’albero poi è proprio un evento mondano per la piccola cittadina di Hamilton. Numerosi erano gli occhi posati sull’imponente albero e lo stupore in essi quando tutte qelle lucine hanno preso vita. Immancabile il selfie davanti a tutto quel luccichio. ne ho visti tanti di smartphone all’opera!

The lighting of the Christmas Tree is a special event for the entire small town. There were so many people with their nose upwards, full of wonder and full of smartphones, ready to promptly take a selfie with the Christmas Tree.

Nonostante le varie illuminazioni nella proprietà, la vera e propria protagonista era lei la casa vittoriana maestosa e bellissima, cosÌ natalizia, così luccicante da lasciarti senza fiato.

Despite all the lightings everywhere, the real primadonna was this Victorian house, full of majesty and so christmasy, with all the superb lights.

IMG_4777

Costruita nel 1892 come residenza estiva dal figlio dei Kuser, famiglia emigrata dalla Svizzera in New Jersey nella metà dell”800 e proprietari di una grande fattoria in Hamilton Township, è situata nell’attuale Kuser Road.

It was built in 1892 as Kuser’s son summer home. The Kusers immigrated from Switzerland to the New Jersey in the early-mid of the 1800’s and they became the owner of a large farm in Hamilton Township, along what is now Kuser Road.

IMG_4826

La “casa” è composta da diciassette stanze, tra camere da letto, cucina , bagni e saloni, e occupa quasi 90000 metri quadrati di terreno. È realizzata in stile vittoriano per la maggior parte, ma contiene degli elementi dello stile ” Queen Anne”, diciamo un inglese un po’ “barocco”.

The “house” is made up of 17 rooms: bedrooms, kitchen, bathrooms and living rooms and has a surface of almost 90.000 square meters. The building was built mostly in a Victorian style but embodied some elements of Queen Anne’s style, let’s define it as an “English style with some baroque elements”.

IMG_4780

Molti dei mobili, oltre a rispecchiare lo stile del tempo, sono anche originali dell’abitazione stessa. Ecco perchè la mia curiosità e il mio amore per le cose del passato non se lo sono fatte ripetere due volte quando si è presentata l’occasione di fare un giro all’interno della casa. Roman si era addormentato e, per non rischiare di far congelare mio marito e i bambini fuori, ho deciso di rimandare la visita guidata, che è possibile in diversi momenti dell’anno, e fare invece un giro perlustrativo veloce.

Many pieces of furniture are original and they belong to the real furniture of the house. As soon as I heard this, I could not help it but go for a visit, pushed by a great curiosity and a fascination for the past. Roman fell asleep and to avoid that my husband and the kids waiting for me outside would be slowly freezing, I decided to postpone the guided visit. Anyway, it is possible to do it in other occasions during the year and I went for a quick visit, instead.

IMG_4824

Le fotografie alle pareti e quell’aria di vissuto, nonostante il chiacchiericcio e gli WOW della gente, raccontavano un mondo silenzioso e passato che non c’è più. La casa è tenuta bene, non puzza di muffa, come mi sarei aspettata da una vecchia abitazione. È bellissima ed elegante, nonostante ora sia un “museo” natalizio, un “winter wonderland” in cui ogni angolo parla di questa festività invernale. Sicuramente affascinante e imperdibile in queste vesti.

Despite people’s chattering, I could feel the power of a silent, past and lost world coming from the pictures on the wall and from that ancient atmosphere. The building is well kept and there is no smell of mold at all, as I would have expected from such an old place. It is such a beautiful and elegant place, despite being now a sort of Christmas “museum” or a winter wonderland. It is such an enchanted place.

IMG_4786

IMG_4825

IMG_4798

Al piano terra si trovano l’ingresso con il salotto, la sala da pranzo e la cucina.

On the ground floor there is the entrance with living room, dining room and kitchen.

IMG_4792

Le persone adibite alla sorveglianza della casa, vestite d’epoca, non sembravano neppure così austere, erano anzi gentili e cordiali e davano informazioni ai più curiosi.

The surveillance staff was dressed with typical clothes and they were quite kind and gave some information about the house, too.

IMG_4795

Io che ero di fretta e non avevo tempo di fare domande (ricordate?) ho sentito dire da quella signora in foto, quella vera, che il fornello era proprio quello originale che usava la numerosa famiglia (o la servitù, per essere corretti) ogni giorno.
Poi si sale su al primo piano dove ci sono i bagni e le stanze da letto. Ad accoglierci un finto maggiordomo che di certo faceva però la sua figura.

I was in a hurry, as I was saying, so I did not have time to ask questions, but I heard the lady in the picture below saying that the kitchen stove was the original one used by the big family (or rather the servitu) to cook every day meals. On the first floor there are bathrooms and bedrooms. There was a fake butler welcoming us.

IMG_4800

Poi tornando giù sapevo che stavo per lasciare quella magia e mi dispiaceva un po’, ma non potevo di certo stare lÌ a fantasticare, c’era una famiglia là fuori al gelo che mi stava aspettando!

I was so sad while going back, because I knew that the magic of that place would has soon be gone. However, I had to come back to real life, else, my family would have frozen outside!

IMG_4805

IMG_4812

IMG_4814Sono uscita dalla casa e ho trovato Roman sveglio, così, evitando la fila per il treno (ho letto dopo che è accessibile solo poche volte l’anno, peccato, sarà per la prossima occasione), siamo andati a vedere le piccole casette/negozi in stile natalizio, dove c’erano anche camioncini che vendevano cibo a prezzi stellari e cioccolata calda.

When I reached my family Roman was awake, so we headed towards the small Christmas houses and shops, with trucks selling very expensive food and hot chocolate. We gave up on the train, since there were too many people in line and unfortunately, I read that it is available only a few times during the year. Well, it will be for next time.

IMG_4815

Immancabile la casa di Babbo Natale che riceveva una fila lunghissim,a di bambini (e non solo), in trepidante attesa di fare una foto ricordo insieme.

Of course, we could not miss Santa Claus house with many children and grown-ups as well, standing in line, waiting to get a picture together with him.

Abbiamo preso dei kettle corn e delle patate fritte che sembravano le più buone che avessimo mangiato nella nostra vita. Sarà forse stato il freddo, o meglio la fame, oppure l’ambiente, non so. Si è fatto tardi ed era notte per vedere le altre bellezze della proprietà, che , da quello che ho letto, comprende un fienile, dei garages (ho visto tante foro di macchine d’epoca appese in giro per la casa), gazebo (uno era illuminato e bellissimo) e un campo da tennis dove pare che uomini illustri ci abbiano disputato delle partite. Tutto quello che non abbiamo visto, è rimasto lÌ, in quell’atmosfera da sogno che ci siamo lasciati dietro man mano che le luci del viale alberato diventavano solo un bagliore, proprio come quando è il momento di alzarsi dal letto e tornare alla realtà.

We had some kettle corn and French fries, which happened to be the best French fries ever. It could be because of the cold, the hunger, or the atmosphere. It was getting late and it was too pitch black to visit other places, like the barn, a gazebo (full of lights and so stunning), some old cars park (I noticed many old cars’ pictures on the walls) and a tennis field where apparently important people used to play. All we saw became subtle and magical, like that dreamy feeling you have in the morning right before waking up and coming back to reality.

IMG_4773

So che ce ne sono altre di case signorili in New Jersey che aspettano solo di essere scoperte. Magari un giorno.

Alessandra

I know that New Jersey is rich in amazing houses that I cannot wait to visit. Maybe one day.
Alessandra

IMG_0367

Traduzione a cura di Daniela Masciotra

Translated by Daniela Masciotra

6 pensieri riguardo “Alla scoperta di Kuser Farm Mansion tra meraviglia e luci di Natale/Discovering KUSER FARM MANSION in a world of wonder and Christmas lights

  1. Immersa nella magia del Natale, Alessandra che “stupore e che meraviglia”✨✨!!!! non avevo mai visto niente di simile!!😍😍
    La casa poi esagerata!!!
    Io che sono paurosa l’avrei trovata un po’ inquietante a visitarla di notte!!!😬😬
    Aspetto la scoperta delle altre case!!
    Un abbraccio!
    Gió

    Mi piace

    1. Noooo Ti assicuro che era tutt’altro che paurosa, Giovanna, c’era una folla di curiosi, certo che se fossi stata da sola e senza tutte quelle luci e decorazioni natalizie non ti nascondo che un po’ di ansia l’avrei avuta anch’io! Preferisco come Te più sobrietà, ma non si può restare affascinati davanti a tanto spettacolo. Proverò ad andare presto a un’altra casa speciale che si trova sempre in Hamilton… A presto e grazie del commento. Baci

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...