CHE LINGUA PARLA MIO FIGLIO?

“Parlo spagnolo a Dio, italiano alle donne,
francese agli uomini, e tedesco al mio cavallo.”
(Imperatore Carlo V D’Asburgo)

Una delle domande che mi viene fatta più spesso è: “Tuo figlio parla l’italiano?”.  La mia risposta, quasi sempre è: “Capisce tutto, ma parla poco”. Uno dei problemi più grandi che ha la mamma di un figlio che ha genitori che parlano lingue diverse è  proprio quella di riuscire a tramandare la propria lingua al figlio. Anche per me non è proprio un passeggiata, ad essere onesti. Nella mia famiglia americana, sono l’unica a  parlare italiano. La prima lingua di Roman, quella con cui si esprime naturalmente, è l’inglese. Roman è proprio americano: alcune vocali o consonanti, io non le dirò nello stesso modo neanche fra vent’anni. Eppure, dopo mamma, una delle prime parole che diceva senza sosta era la parola italiana guarda, con il ditino puntato ovunque, e un’altra parola era buono, con il ditino che ruotava nella guancia. Un amore! Mentre il suo vocabolario è per la maggior parte inglese, ci sono alcune parole che  invece dice solo in italiano come bambini, asciugamano, pomodoro, luna, basta, calzini.

photo.jpeg

Eppure io non mollo perché so quanto importante sia ai nostri tempi conoscere più di una lingua. Avere i genitori che parlano due lingue diverse non deve essere preso come un problema, ma come una fortuna. Non secondario è che la mia famiglia d’origine, che è tutta in Italia, non parla inglese e non vorrei  che Roman si trovasse in difficoltà  a comunicare con loro, che la lingua sia un ostacolo nel loro rapporto.

So che non è di certo immediato apprendere entrambe le lingue quando la maggior parte delle persone che ti circondano ogni giorno ne parlano una sola. Ma io non mi arrendo! Oltre ai libri in inglese, cerco di leggere spesso libri in italiano a mio figlio. Quando gli parlo, gli faccio sempre ripetere e se mi risponde in inglese, gli dico:”dillo in italiano”. A Natale mia sorella e mia madre, e poi anche Sabrina, gli hanno regalato dei giochi Sapientino. Spesso gli faccio ascoltare le sigle dei cartoni animati che lui guarda, in italiano, e gli faccio guardare qualche cartone, anche se non riesce a prestare attenzione per molto tempo.

Non è facile, non è immediato, ma spero che prima o poi Roman scelga di comunicare anche nella mia lingua. Voi avete delle esperienze simili? Avete qualche consiglio da darmi? Quello della mamma è davvero un lavoro che s’impara giorno dopo giorno, prova dopo prova, da quando tuo figlio viene al mondo e per tutta la vita.

Alla prossima!

15 pensieri riguardo “CHE LINGUA PARLA MIO FIGLIO?

  1. Da linguista posso solo dirti: insisti!! Continua a parlargli solo in italiano, non mischiare mai ita e ingl a meno che tu non sia in presenza di qualcuno che non sa l’italiano. Roman è ancora piccolo ed è ancora in una fase di apprendimento, che di solito è più lenta proprio perché deve gestire due vocabolari. Vedrai che arriverà ad un punto in cui userà le due lingue perfettamente. Tutti gli errori e mix che fa adesso dimostrano solo che sta facendo progressi.
    Anch’io mi trovo in questa situazione con italiano e svedese e anche mia figlia è molto più produttiva in svedese. È normale visto che è la lingua che si sente tutto il giorno ed è quella usata all’ asilo. Ma io insisto e un giorno Astrid sarà bilingue (ma forse anche trilingue visto che l’inglese è molto popolare già all’asilo)

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Wanda, grazie del tuo commento. Spero tanto che Roman parlerà entrambe le lingue, è una grande opportunità per lui. Mi piace molto portarlo in biblioteca, è una buona abitudine per abituarlo alla lettura, ma qui si trovano solo libri in inglese. Spero che questo non lo confonda

      Mi piace

  2. ciao Ale, ce la farai! E comunque quoto Sabrina, prossima volta che venite a trovarci Roman dovrà salutarci con qualcosa tipo “daje, semo tornati” 😉 Anch’io avrei voluto imparare il maltese da mia madre ma non ce l’abbiamo fatta ;(
    Tanti baci in tutte le lingue del mondo a voi due xxx

    Liked by 1 persona

  3. Ciao. Sono Natasha vengo da la Russia. In Italia da un po’ di tempo. Con mio compagno italiano abbiamo una bimba di 4 anni. Ho stesso problema tua. E sono molto preoccupata se non riesco ad insegnare alla mia bimba parlare russo. Pero ho avuto una esperienza estate scorso andare con mia figlia in Russia. Senza padre(non venuto per motivi di lavoro). Siamo rimasti a casa di nonni 5 settimane. E come lei si trovata con tutti intorno che parlano solo in russo, ha iniziato di fare anche piccoli frasi in russo. Io credo se fosse potevamo rimanere lì per periodo più lungo mia figlia tornava con una bella base di un altra lingua. Ti auguro di avere pazienza aiutare a insegnare la tua lingua a tuo figlo. Una russa in Italia.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...